Cose di oggi e di domani il Live Blog

QRcode SenzaFissaDimora Cose di oggi e di domani il Live Blog

Leggimi dal tuo iPhone o SmartPhone

Non è una chat e non è una discussione di un forum.. E nemmeno un semplice post del blog; ma allora cosa è? E’ il micro blog, ovvero mini messaggi, il cosiddetto live blogging.

Cose di oggi e cose di domani è il Live Blog, al momento sperimentale ed in fase di test.

Qui di seguito appariranno gli aggiornamenti dinamici a questa pagina, attraverso l’utilizzo di un’apposita applicazione per WordPress; ma ripeto: Il sistema al momento  è in via sperimentale, so che funziona alla grande in locale. Vedremo online se offre gli stessi risultati.

Per saperne di più leggete in basso a questo articolo e riferitevi anche al mio ultimo post, pubblicato ieri e titolato: “Contenuti e Blogging Live

La funzionalità di questo post è quella di poter essere aggiornato dinamicamente; sarebbe a dire senza ogni volta doverlo riaprire nell’editor per apportare modifiche ed aggiornamenti.

Cose di oggi e cose di domani

Nella configurazione del plugin ho tolto il tag strong dal campo dell’orario di pubblicazione, è del tutto inutile; anzi direi controproducente per coloro che seguono i proseliti dei guru Seo x seo. I test comprenderanno anche l’inserimento di video clip ed altre risorse multimediali reperibili in Rete.

Quello che pubblicherò con questo sistema dovrebbe anche apparire su Twitter, e da lì propagarsi ad altri Social NetWork, LibroFacce, FaceBook, Linkedin, ecc., che sono connessi all’account. Come dicevo ieri, lo scopo è quello di far sì che i nostri contenuti partano dal proprio Sito e non sian così regalati a quei Portali.

Perché online potrebbe ancora non funzionare bene?
Semplice, nel server locale non faccio uso di alcun plugin di cache, né sposto tutti i js in basso (prima della chiusura del tag body); pertanto tutto è ancora da verificare e perfezionare.

Desideri seguire i test dal tuo iPhone o SmartPhone? Ho pubblicato un’immagine QR code per salvare questo sito in quei dispositivi portatili.

Ecco in questo punto, da qui in poi.. Dovranno apparire i suddetti aggiornamenti:

Zhenya

06 Mar 2012 18:29:07 - Zhenya

Primo test del

Live Blogging

Disattivate, da impostazione schermo di WordPress, tutta una serie di cose inutili (ad esempio gli AdS) per questo tipo di pubblicazioni dinamiche. La configurazione per adesso fa sì che il mini post sia online dopo 44 secondi che s’è pigiato sul tasto pubblica.

Post correlati

06 Mar 2012 19:35:39 - Zhenya

Prime impressioni:

La lentezza con cui il mini messaggio si stampa nell’articolo

Cioè appare e si sistema killando AdS ed icone dei Social, è dovuta alla posizione del javascript nel sorgente della pagina; se questo stesse in alto non vedreste questa piccola latenza ed il messaggio si stamperebbe veloce come una fucilata, praticamente il lettore non si accorgerebbe di nulla.

Per quel che invece riguarda la stampa di data, orario ed autore della micro pubblicazione: Più aumentano i messaggi postati e maggiore sarebbe l’incidenza di questi campi per l’indicizzazione della pagina.. Si risolve con un sistema molto semplice; lì si elimina dalla probabilità di essere letti dal crawler del motore di ricerca. Desideri sapere come? Leggi il sorgente della pagina, oppure chiedi, scrivendo un commento.

Post correlati

07 Mar 2012 13:42:28 - Zhenya

Ieri sera ho iniziato a capire come mai il

Live Blog

Non sia poi così diffuso come dovrebbe; WordPress reagisce bene, tema e plugin idem, ma per configurarlo c’è da fare un gran lavoro dietro le quinte, su funzioni che sicuramente non sono alla portata di qualsiasi utente. Direi che è un po’ come con il plugin di cache W3 Total Cache che, siccome complesso e difficile, molti abbandonano e passano ad altro, come per esempio WP Super Cache.

Post correlati

07 Mar 2012 15:20:51 - Zhenya

I mini messaggi

Possono venire bene anche per scriversi un memorandum, la lista della spesa(?) 🙂 ed i propri spostamenti; come per altre cose da non dimenticare.. Oppure per tenere aggiornati propri lettori e fans. Utile anche per raccontare attraverso piccoli messaggi, che aggiorneranno automaticamente l’articolo, la diretta di un evento.

Post correlati

07 Mar 2012 18:14:13 - Zhenya

Domanda per gli esperti di WordPress

Per far sì che non appaiano duplicazioni nei mini messaggi del “live blog” (del tipo AdS, icone dei Social, tags, box FaceBook ed altro), ho killato gli hook dei plugin che interagiscono col template – sarebbe a dire quelli che dinamicamente inseriscono qualcosa di loro nel contenuto –  altrimenti, ovvio, ogni mini post stamperebbe tutte quelle cose.

Quindi per stopparli ho fermato i seguenti hook: Per icone e link ai Social sociable_display_hook ed auto_sociable; per gli annunci pubblicitari adsense_integrator_content; per il box di LibroFacce FbComments; e così via.. e la cosa funziona.

Ma arriviamo al plugin Simple Tags per il quale, idem, ho stoppato i seguenti hook: inlinePostTags, autoLinkTags ed inlineRelatedPosts. Il problema è che proprio quest’ultima funzione, cioè quella degli articoli correlati (e che presumo sia stampata sulla pagina da “inlineRelatedPosts” non trovando altro di correlato nei file), continua ad apparire nei messaggi micro blogging. Se avete notato con Internet Explorer 8 resta stampata, invece con FireFox ed Opera si nota solamente al caricamento e poi scompare.

Quindi il quesito per gli esperti di WordPress è il seguente: Quale altra diavoleria utilizza il plugin Simple Tags per stampare nel template di pagina, se tutti gli hook presumo di averli bloccati?

Post correlati

08 Mar 2012 14:36:17 - Zhenya

La domanda di ieri, rivolta agli esperti di WordPress, non ha ottenuto alcun esito, ma ci sono esperti là fuori? Oppure – molto più probabile 🙂 – alla lettura del precedente mini post nessuno era in grado di dare risposte; il quesito non era comprensibile?

Comunque sia..

La soluzione è nella priorità

Il plugin per WordPress Simple Tags si esegue con elevata priorità ed è quindi non killabile tanto facilmente. Lo possiamo vedere dal file che si trova nel percorso:
/wp-content/plugins/simple-tags/inc
E dal nome helper.options.default.php ove, alla riga 21 scrive:

'auto_link_priority' => 12,

Idem nel file helper.option.admin.php (lo si trova nella stessa directory) che alla riga 59 esegue quanto segue:

array('auto_link_priority',
__('Priority on hook the_content', 'simpletags'), 'text', '12',
__('For expert, possibility to change the priority of autolinks functions
on the_content hook. Useful for fix a conflict with an another plugin.
Default: 12.', 'simpletags')), ),

Ecco il motivo per cui rimane difficile stopparlo con il sistema adottato nel plugin Live Blogging.
Sì, è anche vero che potremmo cambiare la suddetta priorità, ma chi non ci dice che poi si verificheranno conflitti con altri applicativi?

Direi che l’autore avrebbe potuto semplificare tutto aggirando il sistema, adottando un’altra strategia e cioè quella di utilizzare, per i micro post del live blogging, dei mini file .xml al posto della tabella wp_posts del database; semmai in quest’ultima venivano poi importati quei mini .xml nel momento in cui, il post, verrà chiuso alla possibilità di inserire ulteriori aggiornamenti.. Di certo era però più complicato scrivere un plugin in questa maniera.

Post correlati

08 Mar 2012 18:52:35 - Zhenya

Questioni di SEO

Ho ricevuto una telefonata dove un  tipo mi chiedeva delucidazioni nel campo dell’ottimizzazione e desiderava suggerimenti utili per il suo Sito. La persona inizia così a raccontami di aver letto in Rete discussioni sul panda, le chiavi, i link, il rank.. e tutta una serie di amenità pertinenti l’argomento, tra cui anche il juice; pare trattasi di speciale succo di frutta che, se travasato sulla tastiera, può diffondersi da un Sito (o pagina) all’altro.. 🙂

Nell’articolare la sua argomentazione ha fatto quattro nomi (ovvio dai, non posso dirli) di personaggi esperti in materia, i cosiddetti guru di Internet. Al che ho risposto all’interlocutore di andarsi a vedere la validazione della home page dei Siti web di questi saccenti Seo x Seo per poi richiamarmi. Sino ad ora non s’è rifatto vivo. Quesito: Seo x Seo fa trentaseo?

Post correlati

08 Mar 2012 22:27:27 - Zhenya

Aprire le porte dell’interazione e comunicazione nel Web

Se fossi in voi, e mi rivolgo a coloro che in Rete sono seguiti da un buon numero di appassionati lettori, inizierei a cambiare le abitudini; non più scrivere contenuti direttamente nei Social NetWork e nella maniera classica di sempre, bensì farlo (come lo sto facendo io) dalle pagine del vostro blog.

Dalle mie parti è già iniziata questa pratica e sono molti coloro che chiedono applicativi (plugin) di WordPress ed altri CMS, con potenzialità come queste ed immagino presto sarà così anche in Italia; ecco uno dei motivi per cui, alla fine, l’ho dovuto implementare nel mio Sito, testarne le funzionalità, conoscere come configurarlo e sfruttarlo al meglio.

Le potenzialità del “Live Blogging” permettono di “aprire le porte” della comunicazione nel Web, di fare interagire i blog con tutti i Social; dalle pagine è possibile, non solo per l’autore ma anche fans e lettori, attivarsi nella discussione, commentare, dire la propria, postare un parere.. Tutto esattamente come  già avviene su FaceBook, Twitter, Linkedin ed altri, i contenuti atterreranno anche là ed attireranno altri interlocutori.

Nel Paese in cui attualmente vivo hanno compreso che il sopravvento delle Reti sociali porterebbe velocemente alla scomparsa di Siti personali e blog; questo è un sistema, ben fatto, per arginare il problema.
Voi cosa ne pensate? Commentate, dite la vostra, lasciate un parere.

Post correlati

09 Mar 2012 01:52:32 - Zhenya

Un mazzo di rose rosse è adatto come regalo per la festa della donna?

Oppure, quale tipo di fiori è più indicato?

Rose rosse Cose di oggi e di domani il Live Blog

Ecco 🙂 anche questa prova l’abbiamo sperimentata; fate attenzione poiché le immagini caricate attraverso il campo per fare l’upload delle foto, con il plugin Live Blogging per WordPress, si pubblicano immediatamente nel post che ospita i mini messaggi, intendo senza dover passare per il solito pulsante blu del pubblica. Se invece desiderate prima passare per una bozza del mini post, oppure oltre alla foto dovete inserire del testo, allora utilizzate il normale pulsante per i media soprastante l’editor (dove vedete scritto: Carica/Inserisci). Suggerisco di utilizzare questo metodo sempre, almeno fin quando lo sviluppatore del plugin non correggerà il codice con cui inserisce nella pagina l’immagine.. Inteso per il fatto che se leggete il sorgente egli, al posto del Tag img, usa un div.

Post correlati

09 Mar 2012 05:45:19 - Zhenya

Ehi! Ciao Seo x Seo, ho una domanda per te; hai mai dato uno sguardo al sorgente delle pagine del tuo Sito, inteso per il codice html?

Probabilità della risposta: [ si ] [ no ] [ non so di cosa tu stia parlando ]
(se desideri puoi rispondere con un tweet)

Bene ora riposiamo, ne riparliamo più tardi questa mattina, adesso non è l’orario adatto per iniziare a discutere l’argomento.

Post correlati

10 Mar 2012 02:55:59 - Zhenya

Quello che i guru SEO non dicono perché non sanno

Apre una serie di mie esperienze sul tema. Per adesso ho pubblicato il primo articolo, esso introduce le novità che desidero raccontarvi su questo argomento.

Lo spunto a scriverne mi è venuto qualche giorno fa, nel rispondere alla richiesta di un utente del Forum di supporto di WordPress Italia, ove affermai:

..Sappi comunque che tutti seguono come oro colato le baggianate che racconta un tale, che si spaccia per il guru di Google ma che poi, se andiamo a vedere, ha un sito fatto con i piedi.. Facile quindi che in quella struttura il suo compito sia in realtà il magazziniere, oppure stare alla sbarra di ingresso, o quello di impiegato alla macchina trita hard disk.. Idem troverai baggianate che parlano di quegli animaletti, i Panda, scambiandoli per algoritmi del motore di ricerca..

Il mio intervento mancava però di precisazioni e dettagli specifici; questa sera ho pubblicato un articolo, guida per il settore, dal titolo “SEO e WordPress” e spero sia di vostro gradimento ed interesse.

Aprirò nuovi orizzonti nell’ottimizzazione dei contenuti pubblicati con il famoso CMS WordPress, svelando cosa realmente c’è da sapere, conoscere e mettere in pratica (sarebbe a dire non le solite baggianate dette da ciarlatani) per il proprio Sito web. Tornerò ancora sul tema con altre sensazionali, inedite e sconosciute novità in materia ottimizzazione e SEO per WordPress, svelando cos’altro non sanno e quindi non dicono i guru del settore.

Con questo messaggio del micro blog chiudo il post per il test del Live Blog, promuovendolo a pieni voti come utilissimo plugin per WordPress.

Post correlati

04 Ott 2013 22:00:18 - Zhenya

L’Italia è quel Paese dove per colpa di madri chiocce, assillanti e morbose, lo Stato non è presente come un buon padre.

Il problema dell’Italia, che non ha uno Stato presente come un buon padre (è così invece in tutto il nord europeo ed ex Unione Sovietica), è proprio quello dei genitori; principalmente delle madri. Queste mamme sciocche che tengono i figli a mo’ di chioccia, anche quando hanno quarantanni.. Questo è il motivo per cui in Italia non esistono i cosiddetti ammortizzatori sociali; proprio grazie a certe famiglie troppo presenti e ossessive, specie le madri.

Se i figli erano lasciati più liberi e se le famiglie fossero state meno presenti, oggi anche l’Italia avrebbe uno stato sociale presente e funzionante come nel resto dei Paesi europei.

Post correlati

10 Ott 2013 16:12:27 - Zhenya

L’Italia è quel Paese dove non è scandaloso che un personaggio pubblico, quasi ottantenne, nonno, pluri-evasore fiscale nonché condannato in via definitiva, dichiara di essere “fidanzato” con una sciacquetta di 28 anni. Lo scandalo parte solo nel momento in cui qualcuno afferma che la suddetta ventottenne è lesbica.

Post correlati

13 Ott 2013 19:31:43 - Zhenya

Silvio Berlusconi WikiPedia Cose di oggi e di domani il Live Blog

Onorificenze italiane

L’Italia è quel Paese dove ad un condannato in via definitiva nessuno s’è domandato se sia o no il caso di ritirargli l’onorificenza di Cavaliere del lavoro. Probabilmente Morfeo, Re Giorgio, lo sa e giusto fa finta di dormire.

Post correlati

21 Ott 2013 17:20:31 - Zhenya

L’Italia è quel Paese dove la corruzione è ai vertici dello Stato, equamente distribuita tra i tre poteri: Esecutivo, legislativo e giudiziario. Lì bivaccano genti senza scrupoli, attaccate saldamente alle poltrone del sistema e costoro, negli ultimi venticinque anni, hanno praticamente fatto affondare il Paese.

Post correlati

26 Ott 2013 23:46:05 - Zhenya

L’Italia è quel Paese dove i fumatori di sigarette non sono distinguibili da quelli che invece fumano le canne (erba, marijuana, hashish o quel che sia); entrambi vanno in giro con le cartine in tasca.

Quindi possiamo affermare che l’Italia è un Paese di rollatori perché chi fuma spesso rolla la sigaretta o la canna.

Post correlati

28 Ott 2013 02:40:11 - Zhenya

L’Italia è il Paese dove si sogna ad occhi aperti, anche nell’ignorare come stiano realmente le cose..

Ci sono sognatori anche nella politica; come quelli del MoVimento 5 Stelle, che credono sia possibile l’impeachment del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.
( e poi perché usare l’inglese impeachment quando nel vocabolario italiano esistono termini nella lingua nazionale? )

A costoro suggerisco la lettura dell’articolo 90 della Costituzione italiana. Così, senza spendere in consulenze ed avvocati, scopriranno che ci vuole maggioranza assoluta in Parlamento per attuarlo, e loro, si e no, sono in curca 150 a cui potremmo aggiungere altra opposizione, ma alla fine non sarebbero oltre i 250.

..Il Presidente della Repubblica non è responsabile degli atti compiuti nell’esercizio delle sue funzioni, tranne che per alto tradimento o per attentato alla Costituzione. In tali casi è messo in stato di accusa dal Parlamento in seduta comune, a maggioranza assoluta dei suoi membri..

Post correlati

21 Nov 2013 18:05:38 - Zhenya

L’Italia è quel Paese dove, la politica è fiction, le notizie sono fasulle.. E’ un Italia surreale.

Ci dicono che la Ligresti stava in carcere ed è uscita grazie alla ministro della Giustizia Cancellieri; ma allora perché non viene presa, la Ligresti, e rimessa in galera?

Quindi di chi è la responsabilità di questo favore? Probabilmente non è solamente del ministro della giustizia, ci saranno di mezzo anche giudici e magistrati.. Altrimenti come si spiega che, scoperto il trucco per fare uscire di galera la Ligresti poi non interviene la magistratura chiedendo un nuovo arresto?

Post correlati

Stampa questo Post

Post correlati

1 comment for “Cose di oggi e di domani il Live Blog

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *