SEO e WordPress

SEO googleon googleoff 300x260 SEO e WordPress

Come escludere elementi indesiderati nei contenuti

I Tag HTML googleon e googleoff, del tutto sconosciuti, non menzionati e non citati o documentati dai SEO.

Per i contenuti del Sito, a prescindere da quale CMS si stia utilizzando, bisognerebbe conoscere alcune cose che “stranamente” i guru SEO (e che io chiamo Seo x Seo) non dicono e non applicano, nemmeno nelle loro pagine; a mio avviso questo significa che non sanno, altrimenti avrebbero speso chilometri di testi e recensioni per descrivere e suggerire l’argomento che vado ad introdurre.

Idem i Content Management System più diffusi, come WordPress, Joomla, Drupal, Movable Type, BlogEngine.net, phpBB e molti altri, non applicano per i contenuti una semplicissima “regola” suggerita da Google! Dico da Google, non da quel tipo che blatera dalle pagine del suo blog e dai video su YouTube come se ne fosse il portavoce.

Questo articolo avrei potuto intitolarlo: “Ciò che i SEO non dicono semplicemente perché non sanno” 🙂
Ma andiamo avanti; l’argomento SEO, così come è espresso nelle pagine di molti Portali in Rete, racconta baggianate su baggianate e fa proselitismo dell’ovvio, non si parla altro che del Panda e di alcuni suggerimenti talmente scontati che, oramai, li conosce chiunque. Allora quali vantaggi potrà avere l’editore di un Portale in Rete seguendo i concetti espressi da questi personaggi? Ovviamente nessuno!

Sappiate che io non escludo dalla bolgia di “guru SEO dell’ovvio” anche un tale di nome Matt Cutts che, attraverso la notorietà e la popolarità raggiunta su Internet, oramai è preso come riferimento assoluto per tutto ciò che riguarda l’ottimizzazione delle pagine di un Sito web per i motori di ricerca; e difatti NON lo seguo, motivo? E’ sufficiente andare a leggere il sorgente delle pagine del suo blog (fatto con WordPress e non con il CMS che Google utilizza per blogspot) per scoprire che nemmeno lui applica quanto vado ad esporre.

Prima però una piccola premessa: Mi piacerebbe che l’argomento fosse introdotto e suggerito dal team di “WordPress Italia” ai colleghi che sviluppano il CMS oltreoceano; e magari un giorno accadrà che coloro che si dedicano allo sviluppo di plugin e temi, potrebbero essere informati da documentazione reperibile nelle pagine della guida (il codex, o come diciamo nel nostro ambiente: La bibbia di WordPress), per programmare e scrivere le loro applicazioni tenendo bene a mente queste cose.

Come escludere dalle pagine elementi, contenuti e testi che non devono essere  indicizzati

Mettetevi per un attimo nei panni del crawler che arriva nel vostro Sito web ed inizia a leggere il contenuto; pensate lo veda come graficamente è rappresentato nel browser? Nulla di più sbagliato! Gli spider leggono e vedono ciò che anche noi possiamo visualizzare aprendo il sorgente HTML di una pagina; ragion per cui è essenziale fornire codice HTML pulito, escludendo tutto ciò che non serve e che molto probabilmente verrà considerato come indesiderato e frivolo dal robot dei motori di ricerca.
Google, sin da luglio del 2007, mette a disposizione di chi sviluppa e programma uno strumento; un semplice Tag HTML per escludere dall’indicizzazione contenuti e testo indesiderati (ma, stranamente, nessuno ne parla! E nessuno lo utilizza).

Provate ad aprire una qualsiasi pagina web (meglio se è la vostra) e visualizzatene il contenuto del sorgente; scoprirete una massa di dati inutili:

  • Collegamenti (link) con tanto di anchor text ai Social NetWork;
  • javascript e codice per stampare nella pagina pubblicità od altri elementi;
  • piccole immagini ed icone (per bottoni e pulsanti), con tanto di tag alt, non pertinenti con l’articolo;
  • voci, richiami e frasi che si ripetono ovunque in tutte le pagine del Sito, come ad esempio, la parola “Tags” e quelle utilizzate per invitare i lettori a lasciare un commento;
  • la solita frase per i post correlati;
  • diversi oggetti, titoli e link presenti nelle sidebar e nel footer.

Ed ancora tante, moltissime altre parole, frasi e voci non “a tema” col contenuto della pagina e del blog. Il SEO guru risponderebbe che i crawler filtrano i contenuti non tenendo in considerazione quelle cose; ascoltando queste parole fatevi una bella risata.

googleoff e googleon

Strumenti sconosciuti ai guru SEO! (Provate ed osservate il sorgente delle loro home page o dei Siti web che curano, loro non lo usano!)

Nelle pagine di un Portale web possono essere (ed il più delle volte lo sono) presenti elementi che si desidera eliminare dai risultati della ricerca.

Un esempio pratico:
In una pagina web è presente la frase di testo non pertinente che invita a commentare. Oppure, per esigenze specifiche, potrebbe essere necessario utilizzare delle scritte, tipo quelle composte dalla data, dall’orario e dal nome utente, proprio come appaiono in ogni mini messaggio nel test di Live Blogging su WordPress. Od ancora, quando si utilizzano taxonomy per generare menù gerarchici di categorie e di contenuti.
In tutti questi casi si potrebbe (anzi si dovrebbe!) NON desiderare questi contenuti, quindi non andrebbero fatti indicizzare, così non compariranno poi nei risultati di ricerca o nelle parole chiavi del Sito. Date uno sguardo al vostro Google Webmaster Tools e mi saprete dire..

Uso dei Tag HTML googleon googleoff

E’ possibile e molto semplice, evitare che collegamenti, contenuti e testi vengano indicizzati utilizzando nel sorgente HTML gli appositi Tag googleoff e googleon. Integrandoli si può disattivare l’indicizzazione di una parola o di una o più porzioni di pagina, idem si può disattivare l’indicizzazione del testo di ancoraggio di uno o più link, come anche è possibile escludere nei risultati di ricerca il testo utilizzato per creare uno snippet.

Ricapitoliamo; per evitare ed escludere da essere indicizzato del contenuto nella pagina web abbiamo tre possibili varianti di utilizzo dei Tag googleon e googleoff ecco come:

Desidero escludere una parola o semplice testo di una porzione di pagina:

testo da escludere

Devo evitare che l’anchor text ad un link interno (il testo di ancoraggio di un collegamento) sia indicizzato:

anchor text

Nel Sito web faccio uso di testo per creare uno snippet (Alla partita!) ma non lo desidero nei risultati di ricerca:

Alla partita

Ne esiste anche un quarto, direi riepilogativo dei tre appena descritti, che agisce completamente sul contenuto mixando gli effetti e si utilizza, per esempio, nel box del plugin di share posizionato nelle pagine per condividere, inserire e tuittare l’articolo.

Se non voglio che tutta quella roba (scritte, icone, collegamenti, anchor text, link, ecc.) che aggiunge alla pagina il plugin di Social sia anche indicizzata da Google:

roba del plugin

Per dettagli su ogni possibile utilizzo dei Tags HTML googleon googleoff, potete ovviamente fare riferimento al sorgente delle pagine del mio Sito, come alle tabelle ufficiali di Google.

Sappiate che appena i guru SEO leggeranno questo articolo allora l’argomento su come migliorare ed ottimizzare le pagine dei Siti web, escludendo elementi indesiderati dall’essere indicizzati, diverrà come “noto da sempre” e tutti diranno: Io lo sapevo!

Zhenya

Stampa questo Post

Post correlati

7 comments for “SEO e WordPress

    • seo-resource.org
      20 ottobre 2013 at 13:46

      This piece of writing presents clear idea for the new users of blogging, that really how to do blogging.

    • Recaptcha OCR
      26 ottobre 2013 at 19:15

      I don’t comment, but after reading through a few of the comments on this page SEO e WordPress | Senza fissa dimora.
      I actually do have a few questions for you if it’s okay.
      Could it be just me or does it look like like a few of the remarks look like they are left by brain dead folks? 😛 And, if you are posting on other online sites, I’d like to keep up with everything fresh you have to post. Could you list of every one of all your social networking pages like your twitter feed, Facebook page or linkedin profile?

    • Sheree
      29 ottobre 2013 at 09:12

      Unquestionably believe that that you said. Your favorite reason seemed to be at the internet the easiest thing to take into account of. I say to you, I certainly get annoyed even as people consider worries that they just don’t know about. You controlled to hit the nail upon the top and also outlined out the whole thing without having side-effects, other folks can take a signal. Will probably be back to get more.
      Thank you.

    • Blog Me'Dical
      8 novembre 2013 at 15:39

      You need to be a part of a contest for one of the finest websites online. I most certainly will recommend this website!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *