Il Dio della Bibbia

Yahweh 300x243 Il Dio della Bibbia

Geova Dio

Adonay, Dio, Yahweh dal tetragramma ebraico di consonanti Yhwh che si può anche scrivere Yahoo (pronunciato Yakhu), ma nel targum Ay (scritto con la doppia y e si pronuncia Eye).

Oppure, come dai rotoli di Elefantina e le iscrizioni di quntillet ayrud o gli ex voto in altri luoghi, dedicati a Yhwh e la sua consorte Asherah, scopriamo che il Dio biblico aveva anche una compagna femminuccia..

Insomma questo figuro che chiamano Dio, il Dio della Bibbia, non lo è per niente Dio, manco un poco..

Verrebbe da dire che che quando bestemmiate, possibilmente, state rivolgendo improperi a questo figuro che chiamano Dio ma non lo è per niente.

Basterebbe chiedere a un rabbino o studioso dei testi biblici che vanno nelle università (in questi falsità delle traduzioni non sono ammesse). Lo avevo già scritto un paio di anni fa: Quando nel Vecchio Testamento, tradotto in italiano, leggiamo il termine “Dio” in ebraico c’è “Elohim” (o le varianti El, Elohah ed Elohaa); non si sa cosa esattamente significhi, gli ebrei lo traducono in “Legislatore” o, al plurale, legislatori. Quando leggiamo “l’Altissimo” in ebraico sta scritto “Elyon”; in italiano qui, addirittura, si usa il superlativo assoluto, ma in ebraico non lo è ed il termine andrebbe tradotto in: Colui che sta sopra (un po’ come dire il capo, il superiore). Quando c’è scritto “Il Signore” o “l’Eterno” in originale c’è Yahweh. Anche il termine eternità in ebraico non esiste, “Olam” significa di lunga durata, nel passato e nel futuro, ma non eterno.

Yahweh è il personaggio più impresentabile del v.t ed è stato fatto diventare Dio in seguito. Lui risponde con la frase che nessuno sa tradurre se non in: “Sono colui che sono”, oppure: “Sarò quel che sarò”, e diverse altre varianti. Quando Mosè lo incontra come mai deve chiedergli: “E tu chi sei?” Se fosse Dio servirebbe domandare? La risposta, completa, non è soltanto “eye asher eye”, subito appresso Yahweh dice anche: “Mi ricorderete come YHWH” e il “ricorderete” non vuol dire che quello sia il nome..

A mio avviso questo deviato mentale in realtà risponde a Mosè così: “Io sarei Eyè, ma mi ricorderete come YHWH”. Eyè (oggi lo scrivono Ay) era un generale egizio, poi divenuto anche faraone per un periodo abbastanza breve, non si sa con esattezza e leggendo di lui si spazia tra 4 e 12 anni). Leggendo la Bibbia in aramaico, il c.d. Targum, guarda caso ci racconta Esodo in maniera differente, in più Dio non lo chiamano YHWH, ma è scritto con una doppia iod, “YY” che, appunto, si può leggere Eyè o anche Ay (non conoscendo la vocalizzazione l’esatta pronuncia non la sappiamo).

Non posso sapere se esista Dio e credo sia inutile porsi questa domanda, nessuno può rispondere; tanto meno esegeti e teologi, che hanno “costruito” Dio e ne discutono da millenni. Scientificamente la certezza l’avremmo se Dio fosse un coso, steso su un tavolo, osservabile, allora ne potremmo descrivere aspetto e caratteristiche.. Ho però l’assoluta certezza che, se Dio esiste, di sicuro non è il personaggio YHWH del Vecchio Testamento.

I teologi hanno anche costruito la storiella che il Dio del v.t. sarebbe il padre di Gesù. Cristo conosceva perfettamente i testi antichi e quando parlava era molto preciso, anche nel citarli a memoria inserendoli nelle sue parabole; ed è lui stesso a prendere le dovute distanze dall’impresentabile YHWH, lo fa per diverse volte e lo si legge nei vangeli in lingua originaria (greco).

Lo stesso termine “teologia” è ingannevole, perché non si può fare un parallelo con altre discipline filosofiche. La teologia studia Dio, ma come? Mica è disponibile su un tavolo! Perciò altro non fa se non “elaborare”, con la fantasia, aspetto e caratteristiche di come sia questo Dio. E’ chiaro che la teologia si “ripiega” su sé stessa, è autoreferenziale.

In antico egizio, traslitterato alla pronuncia con una vocalizzazione coerente, si potrebbe dire:

Kansof. Ghyemiu mae akh toru Thiiy.

#Sapevatelo – #BibbiaSecondoEugenio

Il Dio della Bibbia.

Zhenya

Stampa questo Post

Post correlati

2 comments for “Il Dio della Bibbia

  1. SmashHack
    20 agosto 2014 at 12:05

    Mi sembra interessante e mi piacerebbe discuterne più approfonditamente. Ci sarà una seconda parte di questo discorso? Chiedo, perché questa appare giusto come un’intorduzione al concetto di Signore Dio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *