Aiuti umanitari russi per la popolazione ucraina del Donbass

Il convoglio di camion che trasportano gli aiuti umanitari russi per la popolazione ucraina del Donbass è passato sotto il controllo e la gestione della Croce Rossa Internazionale (CRI), ma il governo ucraino ostacola il suo ingresso nel territorio colpito dal conflitto, con pratiche burocratiche fuori luogo. La CRI ha già ispezionato, insieme a doganieri ucraini, un primo lotto di mezzi articolati, ma il governo di Kiev ancora non rilascia i nulla osta e nemmeno ha fornito le garanzie di sicurezza che la Croce Rossa Internazionale ha chiesto ieri.

CRI e Russia hanno ufficialmente chiesto un cessate il fuoco da entrambe le parti, ma il governo ucraino resta sordo a questa richiesta.

Questa è la diretta video che il canale russo RT ha trasmesso nel pomeriggio. Al confine tra Russia ed Ucraina, nella località Izvarino si avvicinano i primi camion Kamaz con gli aiuti umanitari russi:

Oggi pomeriggio RT ha trasmesso in diretta il passaggio, in località Izvarino, di un primo gruppo di camion russi. Quindi parte del convoglio di aiuti umanitari per la popolazione del Donbass, sotto gestione passata alla CRI, sta aspettando che l’Ucraina apra il confine per andare verso la destinazione, in queste ore ancora si aspettano le autorizzazioni di Kiev.

Il primo lotto di camion che trasportano aiuti umanitari russi arriva al Posto di Controllo di Izvarino (КПП Изварино) sul confine con l’Ucraina, sito nella regione di Rostov. Croce Rossa Internazionale ha riferito che Mosca e Kiev hanno concordato procedure doganali per il transito attraverso il checkpoint di Donetsk, per questo primo carico destinato al Donbass.

Zhenya

Stampa questo Post

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *