Lugansk finalmente raggiunta dal convoglio umanitario russo

Tonnellate di cibo, acqua, farmaci, medicine, gruppi elettrogeni ed altri beni essenziali per la sopravvivenza, finalmente arrivate nella regione di Lugansk devastata dalla guerra in Ucraina.

Molti residenti della provincia di Lugansk avevano smesso di credere che sarebbe accaduto e invece, dopo dieci giorni di ansiosa attesa alla dogana, i camion russi sono entrati in Ucraina; ed anche se il governo di Kiev non ha dato le autorizzazioni a passare, il trasporto di aiuti umanitari in Ucraina orientale ha raggiunto la destinazione.

La colonna di camion è entrata dalla città di confine russa Donetsk, che si trova a soli 60 chilometri da Lugansk. Proseguire il tragitto sulla strada principale era molto pericoloso, s’è deciso di cambiare percorso per evitare i luoghi ove sono in corso aspri combattimenti. Il convoglio ha scelto un’altra strada, a nord di quella principale; le milizie hanno chiamato quel tragitto “strada della vita” (Дорогой жизни). Ma anche questo percorso non è sicura, si snoda tra i pittoreschi pascoli ed è nella zona di un’operazione militare su vasta scala. Ad ogni incrocio le milizie della resistenza del Donbass hanno istituito posti di blocco, nei boschi si nascondono uomini armati ed equipaggiamento militare. I pochi abitanti rimasti ancora nei villaggi hanno accolto con gioia la colonna di camion con gli aiuti umanitari.

Lugansk I primi camion con gli aiuti umanitari russi sono arrivati ​​a destinazione:

Dopo più di quattro ore sulla strada i camion, finalmente, sono entrati nella regione di Lugansk, da quei paesaggi e possibile vedere le colonne di fumo dei bombardamenti della città che non cessano. Per motivi di sicurezza il convoglio s’è diviso, i camion hanno preso strade diverse.

Adesso l’assistenza umanitaria sta incontrando la popolazione del posto che da lungo tempo era senza cibo né acqua; molti di loro per il lungo periodo di conflitto sono alla disperazione. Dei volontari hanno aiutato a scaricare le merci degli aiuti umanitari dai mezzi del convoglio.

In primo luogo il lotto di beni servirà per aiutare i gruppi socialmente svantaggiati e coloro che sono più colpiti dalla guerra civile in Ucraina, i residenti di Lugansk, delle città e dei villaggi vicini.

Gli aiuti umanitari, a lungo attesi dalla Russia, finalmente hanno raggiunto l’obiettivo. Tonnellate di acqua, cibo, medicine e tutto ciò che è necessario per le popolazioni della regione, che hanno vissuto per molti mesi in condizioni disumane con i pesanti bombardamenti, come anche senza elettricità ed acqua. I residenti della regione dilaniata dalla guerra hanno atteso per molti giorni il convoglio umanitario. Da oggi iniziano le operazione per la distribuzione e l’assistenza.

Zhenya

Stampa questo Post

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *